“TORINO CAPITALE EUROPEA DEL TURISMO 2017″ – DAL 25 GENNAIO ALL’11 FEBBRAIO 2017

TORINO CAPITALE EUROPEA DEL TURISMO 2017
MUSEO MIIT – TORINO 25 GENNAIO – 11 FEBBRAIO 2017
INAUGURAZIONE: MERCOLEDI’ 25 GENNAIO 2017 DALLE ORE 18.00

TUTTI GLI ARTISTI SELEZIONATI SARANNO PREMIATI CON LA PUBBLICAZIONE DELLA LORO OPERA SUL TOTEM MULTIMEDIALE DEL MUSEO MIIT E SUL SITO INTERNET PER TUTTO IL 2017 NELLA NUOVA SEZIONE DELLA “PERMANENTE” E SUL NUOVO VOLUME/CATALOGO “TORINO CAPITALE DELL’ARTE E DEL TURISMO”

CON LA COLLABORAZIONE E IL PATROCINIO GRATUITO DI:
Associazione Culturale Galleria Folco Museo MIIT - Torino
Donazione Scalvini – Desio
Museo della Memoria – Lipari
Museo Ugo Guidi – Forte dei Marmi
Amici del Museo Ugo Guidi – Forte dei Marmi
Zhou Brothers Art Center Foundation – Chicago
Chill concept Arts Connection Foundation – Miami
33Contemporary Gallery – Chicago
ArenArt Gallery – Bruxelles
Museo MACA – Acri

MEDIA PARTNERS: Italia Arte – Traspi.Net – Notizie in un Click – Aspim Europa

PARTNERS TECNICI: Reale Mutua – LT Consul

TORINO CAPITALE EUROPEA DEL TURISMO 2017.
Sarà Torino la capitale del turismo europeo per l’anno 2017. Secondo la ricerca eDreams sulle preferenze e sui comportamenti dei viaggiatori europei sarà la prima città al mondo per previsioni di crescita di turisti europei. La seconda città italiana in classifica, ma solo in undicesima posizione, è Bologna. La crescita di presenze a Torino cresce del 316%, meglio dell’emergente capitale del Kazakistan Astana, sede dell’Expo 2017 dedicato all’Energia. La causa di questo boom é la maggiore presenza di tratte aeree low cost verso l’aeroporto Caselle. In particolare Blue Air ha fatto di quest’aeroporto la sua seconda casa dopo Bucarest. E sono previste, per i prossimi mesi, nuove rotte europee.

PERCHE’ VISITARE TORINO. Una città elegante e aristocratica, ma anche oscura e misteriosa. Torino è il quarto comune italiano per grandezza dopo Roma, Milano e Napoli e, assieme al capoluogo lombardo e a Genova, forma il cosiddetto triangolo industriale italiano. Una città ricca di palazzi in stile barocco, gallerie d’arte, residenze sabaude, imperdibili musei. Nel 1997 parte del centro storico di Torino, unitamente al Castello del Valentino, alla Villa della Regina e ad altre residenze sabaude in Piemonte, è stata riconosciuta patrimonio Unesco.

DA NON PERDERE. Secondo Tripadvisor è il Museo egizio al primo posto nella top ten dei luoghi “cult” dell’ex capitale italiana. Sul podio, a seguire, lo Stadio Juventus e il Museo Nazionale del Cinema. Anche la splendida Piazza San Carlo e il Museo Nazionale dell’Automobile occupano la parte alta della classifica. Non mancano la Mole Antonelliana e Piazza Castello. A seguire il Santuario Basilica La Consolata, il bel Parco del Valentino e la Chiesa di San Lorenzo.

“Siamo pronti ad affrontare questa sfida”, ha commentato entusiasta la sindaca Chiara Appendino. “Questo dimostra che c’è ancora un enorme potenziale turistico inespresso da cogliere. Nel frattempo continuiamo a lavorare con tutte le parti interessate affinché Torino diventi meta sempre più attrattiva e questa crescita prevista si trasformi, il più possibile, in flussi concreti, a beneficio del nostro splendido territorio. Ultimo elogio in ordine di tempo per Torino che, proprio un anno fa, di questi tempi, era stata indicata dal sito del New York Times come unica meta italiana del 2016.

AL MUSEO MIIT. Il Museo MIIT di Torino, situato nel pieno centro della città, nel quartiere delle gallerie e dei musei, vuole essere tra le prime realtà culturali torinesi ad accogliere i turisti nel 2017, all’insegna dell’arte e della bellezza, ed effettuerà per questa mostra una scelta accurata di artisti contemporanei.

“TORINO CAPITALE EUROPEA DEL TURISMO” si terrà negli spazi del MIIT dal 25 GENNAIO all’11 FEBBRAIO 2017, permettendo così agli autori selezionati di avere una grande visibilità nelle giornate artistiche che vedranno in città molti turisti e appassionati.

 

0 comments on ““TORINO CAPITALE EUROPEA DEL TURISMO 2017″ – DAL 25 GENNAIO ALL’11 FEBBRAIO 2017Add yours →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *